top of page
WhatsApp Image 2023-01-19 at 10.10.28.jpeg

Sabato 05 Febbraio 2023

ore 18.00
Storie di incontri

Manuel Magrini - pianoforte

Francesco Gili - fisarmonica
 

 


 

 

Musiche di M.Magrini e F.Gili

Il duo nasce dall’incontro di due musicisti dalle anime musicali estremamente affini, accomunate dalla formazione classica e dall’amore per la composizione e l’improvvisazione.

Manuel Magrini e Federico Gili dialogheranno, improvviseranno e “giocheranno” sul terreno delle loro composizioni originali contraddistinte da un forte lirismo e allo stesso tempo dalla trascinante energia ritmica; tutto ciò grazie alla commistione di due strumenti armonici, tanto vicini quanto complementari timbricamente, come il pianoforte e la fisarmonica.

Manuel Magrini, nato il 4 Dicembre 1990 ad Assisi. 

Inizia i primi studi classici nella scuola di musica di Cannara (PG), suo paese di origine. Nel 2003 entra al conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia dove si diploma col massimo dei voti nel 2013, ha studiato con Stefano Ragni e Michele Rossetti. Si interessa presto alla musica jazz e inizia a studiarla ed approfondirla seguito dal maestro Ramberto Ciammarughi nel laboratorio di improvvisazione al“Novamusica” di Città di Castello.

Successivamente, nel 2018, consegue la laurea biennale Jazz al conservatorio di Perugia con lode e menzione d’onore.

Manuel ha suonato già in rassegne importanti della scena musicale come Umbria Jazz, Torino Jazz Festival, la Casa del Jazz di Roma, Young Jazz festival, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Bologna Jazz Festival, Iseo Jazz e tanti altri.

Manuel ha partecipato come solista a concorsi di musica classica come: 

Il 2°Concorso Nazionale CITTA’ DI CANNARA (1°premio); 

Il 6°Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale RIVIERA ETRUSCA di Piombino (3°premio); 

Il 2°concorso pianistico nazionale LIA TORTORA di Latina (3°posto).

 In ambito jazz vince il 1°premio del concorso musicale CITTA’ DI ASSISI, 

il 1°premio al IV Concorso Nazionale Nuovi Talenti jazz di Treviglio (collegato con Bergamo Jazz) con il Fabio Marziali Quartet, il 3° premio al concorso JazzUp di Viterbo con il Capolinea trio 

Finalista all 'European contest 2013 svoltasi al Theater aan het Vrijthof di Maastricht (Olanda). 

Inoltre vince il premio come miglior solista e come miglior gruppo con il Manuel Magrini trio al 1° premio Fara Music Jazz Live. 

In ambito Pop: vince il concorso Rai Demo 2010 (condotto da Michel Pergolani e Renato Marengo tenutosi a Lamezia Terme) come strumentista e coarrangiatore nel gruppo di Tom Bangura.

Nel 2013 fa un concerto in piano solo all'Istituto di Cultura Italiana di Bruxelles in presenza dell'ambasciatore Alfredo Bastianelli in occasione della festa della repubblica italiana.

Dal 2014 fa parte dell'Orchestra Nazionale dei Giovani Talenti del Jazz organizzata dal Teatro Puccini di Firenze, Siena Jazz e Music Pool, costituita dai migliori studenti del dipartimento di jazz di tutti i conservatori d'Italia con la quale ha già suonato in importanti palchi come il teatro Piccolo Strehler di Milano e l'Obi Hall di Firenze.; nello stesso anno Manuel vince una borsa di studio al Fara Music Festival per studiare al Collective School of Music a New York.

Nel 2016 esce il suo primo disco in piano solo intitolato "Unexpected", pubblicato per l'Encore Jazz e presentato alla sede della redazione di Vanity Fair per Piano City di Milano, all'European Jazz Festival di Smirne in Turchia, al Teatro La Fenice di Venezia e in tanti altri palchi importanti nazionali ed internazionali (Città del Messico, Scozia, Emirati Arabi, Cina, Norvegia)

Nel 2017 vince il Premio Luttazzi esibendosi al Blue Note di Milano nella trasmissione andata in onda in prima serata l'11 agosto su Rai1.

Nel 2018 vince il premio “Tomorrow’s Jazz” organizzato da Veneto Jazz in collaborazione col ministero dei beni culturali.

Nel 2019 presenta in trio l’anteprima del suo nuovo disco “Dreams” (uscito l’anno successivo) nel palco principale del prestigiosissimo “Ronnie Scott’s Jazz Club” di Londra.

Nel 2020 viene trasmesso in streaming per i circuiti musicali Colombiani (BarranquiJazz)  

un concerto in duo con Cristina Zavalloni (con special guest Cristiano Arcelli) fatto alla biblioteca malatestiana di Cesena e pubblicato online dall’ Egea Records

Manuel ha collaborato con musicisti importanti e storici della musica italiana e internazionale come Ares Tavolazzi, Cristina Zavalloni, Gabriele Mirabassi, Ellade Bandini, Paolo Fresu, Fabio Zeppetella, Enrico Rava, Dario Deidda, Fabrizio Sferra, Maurizio Giammarco, Massimo Manzi, Cristiano Arcelli, Paolo Damiani, Enrico Intra, Rosario Giuliani, Nicola Piovani, Vadim Brodsky, John Arnold, Rick Margitza, Steve Thornton, Ralph Alessi e Johnathan Kreisberg.

 

Federico Gili intraprende giovanissimo lo studio della fisarmonica conseguendo il diploma in fisarmonica classica con il massimo dei voti al Conservatorio "L.Cherubini" di Firenze e la laurea in Didattica della Musica con il massimo dei voti e lode presso il Conservatorio "A.Boito" di Parma.

Vincitore di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, si aggiudica nel 2018 la 43° edizione del prestigioso Premio Internazionale della Fisarmonica di Castelfidardo, categoria musica Jazz.

Ha frequentato numerosi Masters e Stages di alto perfezionamento e ha avuto modo di studiare con grandi fisarmonicisti tra i quali Richard Galliano e Frank Marocco.

Da sempre appassionato di musica jazz si perfeziona nei corsi di formazione superiore jazzistica tenuti dal grande pianista Ramberto Ciammarughi e da altri importanti jazzisti italiani come Fabio Zeppetella, Umberto Fiorentino e Roberto Gatto.

Svolge un’intensa attività concertistica: si è esibito come solista e in varie formazioni in Italia e all’estero spaziando dalla musica classica alla musica jazz.

Numerose le sue partecipazione nei festivals e rassegne musicali: Festival dei Due Mondi, Young Jazz Festival, Cambio Festival, Jazz Accordion Festival, Alatri Jazz Festival, Metronome Jazz Festival, Festival internazional Green Music e tanti altri… Ha suonato al Théâtre des Variétés e al Musée Océanographique di Montecarlo, a Kempenich e Heppenheim in Germania, all’Istituto Italiano di Cultura a Vienna, al Teatro “F. Morlacchi” di Perugia, al Teatro “F.Vespasiano” di Rieti…

E’ membro della prestigiosa orchestra di fisarmoniche Fuccelli Fisarmony diretta dal M° Roberto Fuccelli con la quale ha inciso quattro dischi (“Libertango” - 2007, “Meraviglioso” - 2010, “Live Session” – 2017, “LinAura – 2021 con la partecipazione di Fabrizio Bosso).

Registra a novembre 2021 il suo primo disco in fisarmonica solo, prossimo alla pubblicazione e che vede la partecipazione del bandoneonista Daniele di Bonaventura in qualità di produttore e special guest.

“Tempo intérieur, suggéré, swing, belles phrases, beau son, belles harmonies…. Le vrai chemin, sans forcer, belle dynamique. Una belle leçon de: << comment jouer le jazz à l’accordeon? Comme Federico Gili !! >>”

“Federico Gili trace une nouvelle voie, un grain de folie grâce auquel il repousse les limites cache de l’accordeon <<standard>>. Avec mon admiration”

Richard Galliano

Con il sostegno di:

logo-marcofaleburlePHT+indirizzo.jpg
logo perceval con info_page-0001.jpg
bottom of page